I nostri partner, p.f. vogliate osservare


Workshop Misurazione con tacheometro a Gordola: un investimento economico e produttivio


Dopo una pluriennale esperienza nella Svizzera tedesca e in Romandia, Quadri dell’edilizia Svizzera ha deciso di proporre il corso per la prima volta anche in Ticino. L’interesse è stato grande e non tutte le iscrizioni hanno potuto essere prese in considerazione. Le 13 persone che hanno partecipato al corso sono attive sui cantieri come capi cantiere, capi muratore e direttori dei lavori. I partecipanti hanno avuto a loro disposizione gli apparecchi della marca Leica.

La parte teorica ha avuto luogo nell’aula C 002 del CFP di Gordola. Sono stati trattati in particolare i temi della rete di triangolazione in Svizzera e della funzione di Swisstopo. Dopo una buona ora di introduzione teorica da parte del referente Sébastien Viret, sono giunte le prime domande. È quindi iniziato un dibattito fra i partecipanti e sono stati discussi i problemi legati alle misurazioni sui cantieri. Il relatore, di formazione geometra, grazie alla propria esperienza pratica conosce le problematiche relative alla misurazione sui cantieri così come i punti di vista degli utilizzatori degli strumenti di misurazione. Hanno partecipato al corso i responsabili delle seguenti ditte, enti e comuni: AIM Aziende Industriali Mendrisio: Moreno Pusterla, Alan Solcà / Caratti Costruzioni SA: Andrea Ortelli / Garzoni SA: Massimo Duci, Patrizio Melluso /Interalp Bau AG: Diego Barberi / Merlini & Ferrari SA: Gabriele Vietti / Pizzarotti SA: Marco Presber Gatto /Poncetta SA: Daniele Belotti, Brenno Gikovanettina, Tiziano Marcaroli / Walo Bertschinger AG, Bern: Antonio Chiacchio / IM Maggia Engineering SA: Davide Cetrangolo

Obiettivi del Workshop
Il Workshop ha considerato diverse esigenze. Da una parte quelle delle persone che riflettono sulla possibilità di investire nell’acquisto di un tacheometro, in considerazione dell’economicità dei lavori e della messa in rete dei dati. Dall’altra quella delle persone che desiderano modernizzare i loro strumenti tecnologici di misurazione a proprie spese. Il corso era anche indirizzato ai quadri confrontati per la prima volta con questa tecnologia. Spesso capita che la capacità di operare sugli apparecchi si apprenda direttamente dalla pratica sul cantiere; il corso ha quindi stabilito delle basi operative in modo da poter utilizzare meglio le possibilità tecniche. L’attività di misurazione viene migliorata sia dal punto di vista economico sia da quello produttivo per tutte le persone attive sul cantiere.

Il Workshop del 7 aprile a Gordola ha posto particolare attenzione alla trasmissione delle seguenti conoscenze:
- Conoscenze basilari attuali sulla misurazione
- Introduzione alla misurazione con teodolite e tacheometro
- Preparazione corretta ed efficiente del lavoro
- Corretta esecuzione delle misurazioni e dell’elaborazione dei dati
- Rapida eliminazione di errori e lavoro razionale
- Esercitazioni pratiche con il tacheometro con applicazioni di base
- Scambio di esperienze tra colleghi
- Stima dei costi in rapporto all’investimento e dei costi di servizio/manutenzione
- Software e aggiornamenti necessari, applicazioni tablet

Dalle ore 11.00 si è svolta la parte pratica all’esterno sulla stazione del tacheometro. Le condizioni meteorologiche e il buon umore dei partecipanti sono stati perfetti. Grazie alla suddivisione in piccoli gruppi per ogni stazione, ognuno ha potuto approfittare al massimo delle varie informazioni ricevute e delle discussioni; le esperienze pratiche dei singoli partecipanti hanno avuto ampio spazio. Allo stesso modo vi è stato un vivo scambio di opinioni su informazioni importanti riguardo alla scelta dei fornitori, al fabbisogno di formazione e ai pacchetti di servizio.

Perché coinvolgere un geometra quando è possibile misurare da soli?
È sempre possibile richiedere l’intervento di un geometra professionista per i lavori di misurazione in cantiere. Questa opzione è però costosa e poco flessibile. Sempre più imprese di costruzione eseguono da sé operazioni di misurazione. Il rischio di questi lavori è quello che piccoli errori di misurazione possano provocare grandi costi conseguenti o ritardi. Per questo motivo è particolarmente importante conoscere esattamente le possibili fonti di errore dei metodi di misurazione impiegati:
- Misurazione errata dei punti degli assi
- Tacheometro non regolato
- Compensatore dello strumento disattivato
- Problema di riflessione sul prisma e quindi nessuna misura effettuata
- Errore nei dati dei punti fissi inseriti nello strumento
- Selezione del prisma sbagliato

Gordola, 7.4.2017/rv

Galeria